(G. Salonia)

Ognuno deve inventare la propria via facendo in modo che non resti un sentiero interrotto

 

Vivo la psicoterapia come luogo di incontro, un’esperienza in grado di generare in ciascuno di noi un cambiamento profondo e duraturo per riuscire ad attraversare i propri vissuti dolorosi e riappropriarsi di sé stessi.

Il mio desiderio è quello di far emergere nel corso della vita l’essere pienamente presenti al confine di contatto – il luogo in cui avviene l'incontro con l'altro – e il saper riconoscere, ed essere consapevoli di cosa accade in noi, quando questo non avviene.

Il come ci sentiamo di fronte all'altro è avvertito e scritto nel corpo: il corpo è lo specchio delle nostre esperienze, della profondità e dell’intensità dei sentimenti e delle emozioni che lo attraversano. Nel corpo abita la dimensione triadica del tempo: il presente, il passato e il futuro che, se ben integrati, danno vita ad una danza di movimento, voce, parola, sguardi e luminosità.

La terapia è un percorso formativo e creativo che ci porta a vivere pienamente nel presente; significa tenere conto in maniera attuale degli insegnamenti del passato, per aprire una pagina nuova nella propria vita e nel proprio tempo.

profilo manager sito bassa risoluzione.j